< Image Seo Alt Text - testo alternativo delle immagini - Officina Seo

Se dedichi tempo all’ottimizzazione del contenuto, delle intestazioni, dei sottotitoli e delle meta descrizioni del tuo blog o sito web per i motori di ricerca, la seguente immagine dovrebbe allarmarti:

Ricerca per "Esempi tabelle excel"

Lo screenshot qui sopra è la prima pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP) che Google produce per il termine di ricerca “esempi di tabelle excel”.

Nota come, oltre alla scheda “Immagini” in alto, Google inserisce un consistente pacchetto di immagini cliccabili all’inizio della pagina principale dei risultati, prima ancora che i risultati di testo organico siano visibili.

Oggi, quasi il 38% delle SERP di Google mostra immagini e probabilmente aumenterà. Ciò significa che, nonostante i tuoi migliori sforzi per ottimizzare le pagine e i contenuti lato SEO, potresti comunque perdere un’altra fonte di traffico organico: le immagini del tuo sito web. Come entri in questa fonte di traffico? Testo alternativo immagine.

Cos’è il testo alternativo?

Chiamato anche “Alt Tag” e “Description Alt Tag”, il testo Alt è la copia scritta che appare al posto di un’immagine su una pagina web se l’immagine non viene caricata sullo schermo di un utente. Questo testo aiuta gli strumenti di lettura dello schermo a descrivere le immagini ai lettori ipovedenti e consente ai motori di ricerca di scansionare e classificare meglio il tuo sito web.

Indipendentemente dal fatto che tu esegua o meno la SEO per la tua attività, l’ottimizzazione del testo alternativo dell’immagine del tuo sito Web è il tuo biglietto per creare una migliore esperienza utente per i tuoi visitatori, non solo da come ti hanno trovato per la prima volta.

Come aggiungere testo alternativo alle tue immagini

Nella maggior parte dei sistemi di gestione dei contenuti (CMS), fare clic su un’immagine nel corpo di un post di un blog produce un’ottimizzazione dell’immagine o un modulo “Rich text”, in cui è possibile creare e modificare il testo alternativo dell’immagine.

Esaminiamo di seguito quali sono i passaggi successivi per WordPress.

In WordPress, facendo clic su un’immagine si aprirà automaticamente la scheda nella barra laterale. Nella sezione “Impostazioni immagine”, aggiungi il testo alternativo nel campo vuoto.

Quando sei pronto, fai clic su Aggiorna dalla barra degli strumenti nella parte superiore dello schermo.

La regola più importante del testo alternativo?

Sii descrittivo e specifico. Tieni presente, tuttavia, che questa regola del testo alternativo può perdere il suo valore se il testo alternativo non considera anche il contesto dell’immagine. Il testo alternativo può mancare il bersaglio in tre modi diversi. Considera gli esempi seguenti.

Esempi di testo alternativo immagine (il buono e il cattivo)

1. Parola chiave e dettaglio

Testo alternativo non valido

alt=”Ciccio Piccio compagnia telefonica adesivo sulle porte del posto di lavoro con Phone Call Napoli”

Cosa c’è di sbagliato nella riga di testo alternativo sopra?

Troppi riferimenti a Ciccio Piccio. L’uso del testo alternativo per inserire le parole chiave in frasi frammentate aggiunge troppa confusione all’immagine e non abbastanza contesto. Queste parole chiave potrebbero essere importanti per l’editore, ma non per i web crawler.

In effetti, il testo alternativo sopra rende difficile per Google capire come l’immagine si collega al resto della pagina web o dell’articolo su cui è pubblicata, impedendo all’immagine di classificarsi per le parole chiave longtail correlate che hanno livelli di interesse più elevati dietro di loro.

Peggio ancora, se inserisci troppe parole chiave, potresti incorrere in una penalità di Google.

Scritta phone box su vetro

Buon testo alternativo
Tenendo presente il testo alternativo non valido (sopra), il testo alternativo migliore per questa immagine potrebbe essere:

alt=”Scritta su porta a vetri che indica i “phone box” dove poter telefonare

Best practice per il testo alternativo dell’immagine

In definitiva, il testo alternativo dell’immagine deve essere specifico ma anche rappresentativo dell’argomento della pagina web che supporta.

Ecco alcune chiavi importanti per scrivere un testo alternativo dell’immagine efficace:

  • Descrivi l’immagine e sii specifico. Usa sia il soggetto che il contesto dell’immagine per guidarti.
  • Aggiungi un contesto correlato all’argomento della pagina. Se l’immagine non presenta un luogo o una persona riconoscibile, aggiungi il contesto in base al contenuto della pagina. Ad esempio, il testo alternativo per un’immagine stock di una persona che digita su un computer potrebbe essere “Donna che ottimizza il sito Web WordPress per la SEO” o “Donna che ricerca piattaforme di blog gratuite”, a seconda dell’argomento della pagina web.
  • Mantieni il tuo testo alternativo con meno di 125 caratteri. Gli strumenti di lettura dello schermo in genere smettono di leggere il testo alternativo a questo punto, tagliando il testo alternativo prolisso nei momenti imbarazzanti quando si verbalizza questa descrizione per i non vedenti.
  • Non iniziare il testo alternativo con “foto di…” o “Immagine di…” Passa direttamente alla descrizione dell’immagine. Gli strumenti di lettura dello schermo (e Google, se è per questo) lo identificheranno come un’immagine dal codice sorgente HTML dell’articolo.
  • Usa le tue parole chiave, ma con parsimonia. Includi la parola chiave target del tuo articolo solo se è facilmente inclusa nel tuo testo alternativo. In caso contrario, considera le parole chiave semantiche o solo i termini più importanti all’interno di una parola chiave longtail. Ad esempio, se la parola chiave principale del tuo articolo è “come generare lead”, potresti utilizzare “lead generation” nel tuo testo alternativo, poiché “come fare per” potrebbe essere difficile da includere naturalmente nel testo alternativo dell’immagine.
  • Non stipare la tua parola chiave nel testo alternativo di ogni singola immagine. Se il tuo post sul blog contiene una serie di immagini nel corpo, includi la tua parola chiave in almeno una di queste immagini. Identifica l’immagine che ritieni più rappresentativa del tuo argomento e assegnale la tua parola chiave. Attenersi a descrizioni più estetiche nei media circostanti.
  • Revisione per errori di ortografia. Le parole errate nel testo alternativo dell’immagine potrebbero danneggiare l’esperienza dell’utente o confondere i motori di ricerca che eseguono la scansione del tuo sito. Dovresti rivedere il testo alternativo come faresti con qualsiasi altro contenuto della pagina.
  • Non aggiungere testo alternativo a ogni immagine. Dovresti aggiungere il testo alternativo alla maggior parte delle immagini su una pagina web per motivi di SEO, UX e accessibilità, tuttavia ci sono delle eccezioni. Le immagini puramente decorative o descritte nel testo nelle vicinanze, ad esempio, dovrebbero avere un attributo alt vuoto.

In che modo il testo alternativo influisce sulla SEO

Secondo Google, il testo alternativo viene utilizzato, in combinazione con algoritmi di visione artificiale e il contenuto della pagina, per comprendere l’oggetto delle immagini.

Il testo alternativo aiuta quindi Google a capire meglio non solo di cosa trattano le immagini, ma anche di cosa tratta la pagina web nel suo insieme. Questo può aiutare ad aumentare le possibilità che le tue immagini appaiano nei risultati di ricerca delle immagini.

Quando crei contenuti su un argomento, considera come il tuo pubblico potrebbe preferire trovare risposte alle loro domande su quell’argomento. In molti casi, gli utenti di Google non vogliono il classico risultato di ricerca blu con collegamenti ipertestuali: vogliono l’immagine stessa, incorporata nella tua pagina web.

Ad esempio, un visitatore che cerca come rimuovere i duplicati in Excel potrebbe preferire uno screenshoot in modo che possa capire a colpo d’occhio come completare l’attività.

Poiché questa immagine ha un testo alternativo ottimizzato, viene visualizzata nei risultati di ricerca di immagini per la parola chiave longtail “come rimuovere i duplicati in Excel”. Poiché il post appare anche nei risultati di ricerca web per la stessa parola chiave, i visitatori potrebbero atterrare sul post del blog attraverso questi due diversi canali.

Perché il testo alternativo dell’immagine è importante?

Abbiamo già accennato a diversi motivi per cui il testo alternativo dell’immagine è importante: vale a dire, accessibilità, esperienza utente e traffico di immagini. Comprendere questi motivi ti aiuterà a scrivere il miglior testo alternativo possibile per le tue immagini. Di seguito daremo un’occhiata più da vicino ai principali motivi per cui il testo alternativo dell’immagine è importante.

Accessibilità
Nel 1999, il W3C ha pubblicato le sue Linee guida per l’accessibilità dei contenuti Web 1.0 per spiegare come rendere i contenuti più accessibili per gli utenti con disabilità. Una di queste linee guida era “Fornire alternative equivalenti al contenuto uditivo e visivo”. Ciò significava che qualsiasi pagina Web che includeva immagini (o film, suoni, applet, ecc.) Dovrebbe includere informazioni equivalenti al suo contenuto visivo o uditivo.

Ad esempio, supponiamo che una pagina Web contenga l’immagine di una freccia verso l’alto che si collega a un sommario. Un testo equivalente potrebbe essere “Vai al sommario”. Ciò consentirebbe a un utente con uno screen reader, o altra tecnologia di assistenza, di comprendere lo scopo dell’immagine senza vederla.

In altre parole, il testo alternativo aiuta a garantire che i tuoi contenuti visivi siano accessibili a tutti gli utenti, compresi quelli con disabilità visive.

Esperienza utente
Il testo alternativo non solo offre una migliore esperienza utente agli utenti con disabilità, ma fornisce una migliore UX a tutti gli utenti. Diciamo che un visitatore ha una connessione a bassa larghezza di banda, quindi le immagini sulla tua pagina web non vengono caricate. Invece di vedere solo l’icona di un collegamento interrotto, vedranno anche il testo alternativo. Ciò consentirà loro di cogliere ciò che l’immagine doveva trasmettere.

Ciò contribuirà a fornire un’esperienza utente migliore rispetto a se non ci fosse testo alternativo.

Traffico tramite immagini
Una delle cose più importanti che il testo alternativo dell’immagine può fare per te è trasformare le tue immagini in risultati di ricerca con collegamenti ipertestuali che appaiono in Google Immagini o come pacchetti di immagini.

I pacchetti di immagini sono risultati speciali visualizzati come una riga orizzontale di collegamenti di immagini che possono apparire in qualsiasi posizione organica (incluso il punto n. 1 su una SERP, come mostrato nell’esempio nell’introduzione sulle tabelle excel).

Le immagini che appaiono in Google Immagini o nei pacchetti di immagini forniscono un altro modo per ricevere visitatori organici. Ciò può comportare migliaia di visitatori in più.

L’Alt Text (il testo alternativo per le immagini) può essere aggiunto alle immagini del sito Web a tua discrezione. Il testo alternativo viene solitamente aggiunto alle immagini per l’accessibilità, in altre parole per aiutare i visitatori del sito web che non possono vedere l’immagine.

Seo Image Alt Text: può essere utile?

… che è l’argomento di questo post.

Potresti aver visto consigli SEO che ti dicono che tutte le immagini sul tuo sito web dovrebbero avere un testo alternativo ottimizzato. Non è sempre così.

A volte l’ottimizzazione del testo alternativo dell’immagine è una buona idea e a volte, semplicemente, non ne vale la pena.

L’ottimizzazione del testo alternativo dell’immagine favorirà i lead di vendita o le entrate di un e-commerce?

Questa è la domanda di base per decidere se ottimizzare il testo alternativo dell’immagine come parte della tua campagna SEO. Per rispondere a questa domanda, è necessario comprendere il percorso che l’utente intraprenderà:

  • Google Search o Google Image Search è il punto di partenza.
  • Gli utenti inseriranno le parole chiave che descrivono i prodotti che desiderano acquistare.
  • Google restituirà immagini.
  • Gli utenti possono scegliere di fare clic sulle immagini e visitare il tuo sito web.

Se l’immagine ottimizzata indirizzerà gli utenti di Google al tuo sito web e se tali utenti effettuano la conversione effettuando un ordine o generando un lead di vendita, vale la pena ottimizzare il testo alternativo dell’immagine. In caso contrario, gli sforzi SEO dovrebbero essere diretti altrove.

seo alt text per le immagini

Come determinare se è necessario ottimizzare il testo alternativo dell’immagine?

Diversi fattori entrano in gioco nello stabilire se l’alt text dell’immagine genererà conversioni.

Il primo passo è valutare il tuo tipo di attività e quali possibilità di parole chiave esistono per le immagini in questione.

  • La tua azienda dovrebbe vendere prodotti (non servizi) a meno che non sia un servizio unico o che vendono in pochi, pochissimi.
  • I tuoi prodotti devono essere abbastanza unici (non hai molti concorrenti che vendono un prodotto identico).
  • Le persone devono cercare i tuoi prodotti utilizzando parole chiave che generano conversioni.
  • È necessario che sia presente un volume di ricerca mensile in Google per queste parole chiave.

Prendiamo un’azienda che vende “scatole per mazze da golf” o “macchine per l’imballaggio orizzontale”.

Queste aziende hanno prodotti che possono essere descritti utilizzando parole chiave pertinenti, hanno un volume di ricerca e generano conversioni.

D’altra parte, se il tuo sito web utilizza solo immagini prese da siti che le vendono in stock, non ha senso ottimizzare il testo alternativo dell’immagine.

Lo stesso si può dire per un sito web che vende prodotti di base che possono essere trovato ovunque.

Il ruolo appropriato dell’ottimizzazione del testo alternativo dell’immagine in una campagna SEO

L’ottimizzazione del testo alternativo dell’immagine può essere utile per la SEO quando c’è l’opportunità di collegare le immagini dei tuoi prodotti con traffico organico mirato che si converte in lead di vendita o entrate e-commerce.

Aggiungere il testo alternativo dell’immagine al tuo sito web

Quindi, da dove inizi quando sviluppi il testo alternativo per i post del tuo blog e le pagine web? Prendi in considerazione l’esecuzione di un controllo di base dei tuoi contenuti esistenti per vedere dove puoi incorporare il testo alternativo in immagini precedentemente non taggate. Guarda come cambia il tuo traffico organico tra le pagine a cui assegni nuovi tag alt.

Più immagini ottimizzi, migliore sarà la tua strategia SEO.

Contatti

  • Richiesta informazioni e preventivi

Tutti i campi sono obbligatori

1 o più servizi